Mattanza nel cuore dell’Europa, dodici le vittime dell’assalto al giornale Charlie Hebdo e quattro tra gli ostaggi del doppio blitz nel tentativo di catturare i tre terroristi.
Dopo le stragi, si sta ripetendo con il solito copione, buonisti che giustificano l’assalto omicida, fiaccolate di protesta, dibattiti televisivi infiniti con ospiti sapienti e saccenti, ecc. ecc.
Noi  vogliamo dare una lettura più realistica dell’accaduto, anche se potrà sembrare a qualcuno retorica.

Noi del Movimento Cantiere Italia siamo certi che la strage Francese è la conseguenza del comportamento di “ Americani, Francesi, Inglesi e Tedeschi” che per qualche pozzo di petrolio in più e con la falsa motivazione di esportare la loro democrazia, hanno:

bombardato la Libia;
permesso alla organizzazione integralista “isis” di strutturarsi militarmente;
creato le condizioni per la costituzione di uno stato terrorista.

Oggi  grazie al loro intervento militare la Libia sta peggio di prima, è in atto una guerra civile.
Abbiamo creato competizione omicida tra l’organizzazione terrorista ISIS e la equivalente al qaeda.
Noi del Movimento Cantiere Italia rivendichiamo il diritto ad essere difesi dalla guerra Islamica contro l’occidente, con tutti i mezzi necessari, a volte non basta essere tolleranti e porgere l’altra guancia.

A conclusione della mia riflessione, una domanda mi torna continuamente nella mente, “chi saranno le prossime vittime”?

Gerardo Valentini