Si vota oggi per il turno di ballottaggio delle elezioni parlamentari in Francia. A rischio molti seggi dei politici conosciuti a vantaggio dei nuovi nomi sconosciuti ai più, ma candidati nelle liste del Presidente Macron.

Il trionfo previsto di «En Marche» movimento di Emmanuel Macron gli permetterà di avere una larga maggioranza per portare a termine le riforme annunciate in campagna elettorale, ma sicuramente diminuirà la rappresentanza nell’Assemblée Natíonale.

Le opposizioni temono che il divario nella rappresentanza possa comprimere la democrazia e spingere i Francesi a non partecipare alla vita attiva della Nazione, come sta avvenendo in queste ore con il calo dell’affluenza alle urne.

Non sentirsi parte del cambiamento annunciato, perché minoranza ininfluente, può portare i cittadini a una radicalizzazione che anche la Francia in questo momento storico non può permettersi.

Gerardo Valentini