(ANSA) – ROMA, 23 MAG – Lavoro, trasporto pubblico, casa e giovani.

Questi i punti principali del programma elettorale di Gerardo Valentini, candidato sindaco di Roma del Movimento Cantiere Italia, di cui è presidente. Nato a Balsorano, in provincia dell’Aquila, nel 1954, Valentini punta al Campidoglio con le idee chiare e pochi punti saldamente ancorati ai valori di “trasparenza ed onesta”. Commercialista e consulente fiscale, il candidato sindaco propone di “rilanciare l’occupazione attivando delle soluzioni basate su sgravi fiscali e contributivi per i giovani e le nuove assunzioni e la creazione di reti d’impresa”. Anche il turismo, secondo Valentini, “potrebbe e dovrebbe dare molto di più”. Una delle piaghe più evidenti a Roma, secondo il presidente del Mci, è il trasporto pubblico “vero e proprio neo della città”. “L’unico modo per risolvere la congestione perpetua delle arterie che collegano il centro di Roma con le zonelimitrofe e le periferie più isolate – sostiene – è migliorare il servizio metro, rendendolo più efficiente, in linea con gli standard europei e soprattutto creare, o potenziare se già esistenti, i collegamenti tra periferia e centro”. Quoziente familiare, sgravi fiscali e accesso al credito semplificato per le giovani coppie sono invece le ricette per combattere il problema casa e giovani.

Secondo Valentini un ballottaggio Alemanno-Marino alle elezioni del 26 e 27 maggio è “probabile, per non dire scontato”. In quel caso il suo Movimento analizzerà attentamente i programmi e le proposte dei due candidati e dopo, con serenità, deciderà il da farsi”. “A noi le poltrone non interessano – conclude -. A noi stanno a cuore solo Roma e i cittadini romani”. (ANSA).